vendere casa

La maggior parte delle compravendite in Italia riguardano immobili “di seconda mano”. Cioè tutte quelle case che di solito hanno avuto uno o più precedenti proprietari. Ma quando si decide di vendere casa propria spesso tutto diventa un dramma.

Pochi consigli per vendere casa in fretta e ad un ottimo prezzo. Ti sveliamo cosa e come fare, ma soprattutto cosa non fare. Una breve guida per vendere casa al meglio.

Dai lavori di manutenzione più richiesti, alla tecnica fotografica dell’home staging per fare risaltare i pregi della tua abitazione, fino a tutta la documentazione richiesta.

Non solo, ci sono anche alcuni errori molto comuni che spesso compromettono la trattativa. In questa guida ti sveleremo come evitarli. Continua a leggere per scoprire tutti i trucchetti per vendere al miglior prezzo casa tua!

Vendere casa: stabilire il miglior prezzo

Il primo consiglio è quello di stabilire un prezzo realistico. Per questo è meglio affidarsi ad un agente immobiliare di zona. Cioè un esperto del luogo in cui è ubicato l’immobile. E’ la persona che conosce bene il mercato e sa dire con esattezza quale sia il valore della casa.

Anche perché, a differenza del proprietario, non ha alcun legame di tipo affettivo con quelle pareti. Un prezzo reale di mercato, rende un immobile interessante. Ma con una leggera diminuzione del prezzo, l’immobile diventa più appetibile ai potenziali acquirenti.

Vendere casa al miglior prezzo
Miglior prezzo (fonte: pixabay)

Vendere casa: sono davvero pronto per questo passo?

Un secondo consiglio è quello di capire se si è davvero pronti per vendere l’immobile. Altrimenti, tutto diventa tempo inutile da spendere in attività fini a se stesse.

Il proprietario deve essere pronto a capire la propria intenzione di vendere.

Essere cauto e disponibile nel ricevere le persone in casa per effettuare le visite. Ma anche di essere disposto ad ascoltare o a trattare le proposte che potrebbero arrivare dai potenziali clienti.

E se si ha poco tempo per realizzare l’affare? La componente del tempo è importantissima. Le case non si vendono nell’istante in cui si decide di farlo. Quindi, se si hanno scadenze importanti è meglio cominciare qualche mese prima. Evitando, così, di accettare la prima proposta che arriva, perché non si ha più il tempo a disposizione. La premura non è mai stata una buona consigliera.

una serie di cronometri uno sopra all'altro
serie di cronometri (fonte: pixabay)

Vendere casa: effettuare qualche lavoro di manutenzione

Il terzo consiglio utile è quello di effettuare dei piccoli lavori di manutenzione ordinaria. Ad esempio, basta una semplice tinteggiatura per rinfrescare le pareti e dare un senso di pulito.

Togliere tutte le macchie di eventuale muffa o di sporco, oppure sostituire un vetro rotto. Così come se ci sono delle tubature da sostituire, meglio farlo prima. Durante le visite si ha poco tempo per far “innamorare il cliente” dell’ambiente che lo circonda.

A questo punto potrebbe entrare in gioco la “home staging”. Veri e propri professionisti che si occupano dell’allestimento. Letteralmente “la messa in scena della casa”. Si tratta di una tecnica di marketing utilizzata principalmente nel settore immobiliare per presentare al meglio un immobile. Un’opportunità da non sottovalutare!

servizio di pulizia
servizio di pulizia (fonte: pixabay)

Vendere casa: foto e promozione dell’immobile

Il quarto consiglio è quello di realizzare delle belle foto per promuovere il proprio immobile. Un agente immobiliare sulle foto è maestro. Prima di effettuare le foto, l’immobile deve essere pulito e ben illuminato.

Meglio fare le foto durante una giornata di sole, con serrande alzate e finestre ben aperte. Magari mettere tutto in ordine, mobili spolverati, come se fosse un catalogo pubblicitario, ma con un pizzico di vissuto. Le foto non vanno mai ritoccate.

Il cliente potrebbe aver la sensazione di trovarsi in un posto diverso da quello visto in foto e spesso lega questo ad un pericolo. Per promuovere il proprio immobile si possono inserire gli annunci sui diversi siti immobiliari oppure semplicemente sui social network.

Ma attenzione la descrizione va fatta bene, meglio se da un professionista.

foto di una camera da letto illuminata
foto di una camera da letto illuminata (fonte: pixabay)

Vendere casa: tenere tutta la documentazione pronta

Il quinto punto riguarda la documentazione dell’immobile. Il proprietario deve essere pronto con tutta la documentazione in ordine da consegnare all’agente immobiliare o al potenziale compratore.

Una volta trovato il potenziale cliente non si può farlo aspettare. Il cliente deve essere messo nelle condizioni di perfezionare il suo acquisto, senza ritardi. Pertanto, consiglio sempre di mettere in una carpetta tutti i documenti facenti capo alla casa da vendere. Quelli obbligatori sono: la visura e la planimetria catastale, copia del titolo di proprietà, il certificato di conformità o abitabilità, la concessione edilizia, il certificato Ape.

Questi documenti, non solo sono sicuramente richiesti dal notaio, ma anche dalla Banca. In questo ultimo caso, solo se il potenziale acquirente deve accedere ad un mutuo per poter acquistare. Risulta indispensabile quindi farsi trovare pronti!

pila di documenti
pila di documenti (fonte: pixabay)

Cosa non fare quando si vuole vendere casa

Uno dei principali errori che si commette è quello di considerare il proprio immobile unico nel suo genere.

La propria casa ha un bagaglio di ricordi, belli o brutti, che un estraneo non può nemmeno immaginare. Pertanto, evitate racconti personali.

Un altro errore è quello di farsi trovare impreparati alle domande del potenziale cliente. E ancora peggio è nascondere o voler ingannare il cliente omettendo volutamente eventuali problematiche. Spesso sono atteggiamenti che infastidiscono, intimoriscono o fanno perdere interesse al cliente. E si rischia poi di andare a finire in tribunale.

La chiarezza è la scelta migliore. Un altro consiglio è quello di non parlare troppo o a voce molto alta durante la visita. Il cliente potrebbe aver voglia di scappare e di non prestare più interesse alle parole dette.

ragazza urla con megafono
ragazza urla con megafono (fonte: pixabay)

Ultimo consiglio: il ruolo delle agenzie immobiliari

Ognuno è libero di fare le proprie scelte sul proprio immobile. Ma per vendere casa è sempre buona norma affidarsi a un’agenzia immobiliare. Il professionista sa perfettamente evidenziare quelli che sono i punti di forza dell’immobile.

Ha il giusto distacco emotivo che permette l’oggettività della vendita.

E cosa principale è la stessa agenzia a occuparsi di tutti i punti precedentemente elencati. Si occuperà di recuperare la documentazione necessaria, scatterà foto con le giuste tecniche, organizzerà le visite e tratterà con il cliente sul prezzo o altri aspetti.

Il venditore riuscirà così a risparmiare tempo. Non deve pensare a nulla e soprattutto eviterà di commettere errori fatali nella vendita.

uomo consegna delle chiavi
uomo consegna delle chiavi (fonte: pixabay)