surroga mutuo

Secondo una recente indagine del Gruppo Tecnocasa, le operazioni di surroga mutuo hanno registrato un boom nel 2° trimestre 2020. La crescita registrata è del 24,3% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

Nel 1° semestre dell’anno in corso, la crescita è stata del 218% (4,9 miliardi di volumi erogati dalle banche) rispetto allo stesso periodo del 2019. Numeri davvero esplosivi e prevedibili considerando i tassi d’interesse ai minimi storici, la possibilità di scegliere mutui a tasso fisso e condizioni più vantaggiose.

Eppure, a giudicare da quanto riporta Business Insider, di fatto, è difficile ottenere la surroga mutuo (impossibile sarebbe il termine più giusto da usare).

Perché? Che significa?

Surroga mutuo impossibile: le banche frenano

Le banche non possono rifiutare la richiesta di una surroga mutuo se il cliente ha tutte le carte in regola. Possono, però, ricorrere ad una serie di espedienti per mettere in crisi il cliente.

Chi va in banca per accendere un nuovo mutuo troverà le porte spalancate e non dovrà aspettare molto per ottenere la delibera del finanziamento da parte dell’istituto di credito. Finanziando l’acquisto di un immobile con un nuovo mutuo ipotecario, la banca ha un guadagno garantito a rischio zero.

Al contrario, di fronte alla richiesta di una surroga, la banca fa orecchie di mercante.

Il più delle volte, risponde: “abbiamo la lista d’attesa, poco personale che si occupa di surroghe. I correntisti hanno la precedenza. Vuole aprire un conto per velocizzare i tempi? Altrimenti possiamo risentirci tra qualche mese“.

Le faremo sapere.

Per caso alle banche piace poco la legge Bersani? Pare proprio di sì e non per caso ma con il sostegno dei notai italiani.

E’ il nuovo mutuo che agevola l’economia, non la surroga

Surroga impossibile perché?

Nessuno ha potuto rispondere meglio a questa domanda come l’allora presidente dei notai italiani Salvatore Lombardo, a novembre del 2018.

In un intervento al Congresso nazionale, Lombardo disse con estrema franchezza: “Sono fortunatamente diminuite le surroghe… agevolavano il singolo ma non l’economia. E’ il nuovo mutuo che agevola l’economia“.

Accendere un nuovo mutuo fa circolare nuove risorse, mette in moto nuove attività, mentre le surroghe consentono al singolo creditore di sostituire un tasso inferiore ad uno superiore.

Surroga mutuo impossibile se non diventi correntista

Quando ancora i tassi d’interesse erano piuttosto stabili, gli istituti di credito tendevano a rinegoziare il mutuo con il cliente. Oggi, con i tassi negativi, non conviene più.

Cosa s’inventano allora le banche per attirare i clienti?

Entrano in competizione tra loro proponendo offerte straordinarie che dietro non nascondono l’intenzione di surrogare mutui quanto, piuttosto, l’obiettivo di vendere prodotti e servizi accessori. Ecco perché i “correntisti hanno la precedenza“.

Un provvedimento del PD del 2017 ha rincarato la dose sottraendo i notai al controllo dell’Antitrust.

Risultato: periodicamente, spunta la banca che, lanciando offerte super competitive, attira su di sé tutte le richieste di mercato. Il problema è che la banca di turno tende ad evadere sempre più lentamente queste richieste.

Un broker ha rivelato che, ultimamente, ben l’80% dei preventivi legati a surroghe fa capo a Unicredit. Il fatto è che risulta difficile, se non impossibile, concludere queste operazioni.