cristalli pietre

Chi pensa che i cristalli siano appannaggio unicamente di yogi e tecniche meditative, si sbaglia di grosso. A raccontare la loro ribalta è una recente inchiesta di Bloomberg che mette in luce quanto il mercato delle “near-gemstone” (quasi gemme) stia vivendo un momento di popolarità senza precedenti.

Per inquadrare la situazione basti pensare che Mardani Fine Minerals, la galleria di Fine Minerals International, dichiara vendite annuali tra i 25 e i 40 milioni di dollari, con un profitto tra il 20 e il 70%. Le stime vogliono che intorno al settore ruoti più di un miliardo di dollari.

Cifre interessanti che hanno cominciato a crescere ben prima della crisi economica legata alla pandemia e che non sembrano esserne state intaccate, a differenza dell’industria dei diamanti per la quale si prospetta un’inflessione del 20%.

La gioielleria soffre: Q1 in ribasso per Tiffany e Richemont

A sottolineare la crisi della gioielleria tradizionale e in particolar modo dei diamanti (in corso ben prima della crisi economica globale) ci pensano i report sul Q1 2020 di alcune delle più celebri maison. Tiffany, le cui vendite sono scese a 556 milioni di dollari con un calo del 45% y/y, e Richemont che ha archiviato il trimestre al 30 giugno 2020 con ricavi pari a 1,9 miliardi di euro (-47% y/y).

Numeri che raccontano di un mercato, quello della gioielleria, in evidente sofferenza. D’altronde oggi i consumatori hanno meno potere di spesa per differenti ragioni, molte delle quali riconducibili alla pandemia, su tutte una situazione salariale incerta e la conseguente revisione delle proprie priorità.

Di certo un diamante non è mai stato un bene di prima necessità, soprattutto di questi tempi.

I cristalli, proprio per il loro valore crescente ma non ancora ai livelli dei loro diretti concorrenti, potrebbero essere una valida alternativa per pensare a un investimento.

cristalli rosa
cristalli rosa (Fonte: pixabay)

Perché investire in cristalli

Lo afferma Martin Rapaport, presidente del Gruppo Rapaport e fondatore del Rapaport Diamond Report e di RapNet, trading di diamanti online: “Le quasi-gemme stanno diventando sempre più interessanti. Il mercato dei diamanti, quest’anno, scenderà in modo significativo, ma la richiesta si è spostata verso cristalli e minerali, meno costosi e più avvicinabili, ideali per i cosiddetti regali emotivi”.

E sia chiaro, non si tratta assolutamente di acquisti di serie b. Ovviamente non stiamo parlando di preziosi al livello di rubini e smeraldi, ma se anche case d’aste come Sotheby’s e Christie’s battono pezzi di minerali a decine di migliaia di dollari vale la pena considerare la questione con la giusta attenzione.

A essere concorde è James Hyslop, a capo del dipartimento di scienza e storia naturale di Christie’s: “L’epidemia ha solo rafforzato un mercato che, storicamente, è sempre stato sottostimato” per poi affermare a Bloomberg che “il settore che comprende cristalli, minerali, fossili e meteoriti è ai massimi storici”.

investire in cristalli
cristalli colorati (Fonte: pixabay)

I cristalli, un investimento di tendenza

A conferma di quanto siano ormai un oggetto del desiderio, decisamente emancipati rispetto alla loro nomea hippie e new-age, le scelte stilistiche di diversi brand del lusso, a partire da Celine. La maison di moda ha reso protagonisti i cristalli della sua limited edition di gioielleria Les Cristaux Celine, pensata per essere indossata sia dall’uomo che dalla donna, senza distinzioni di genere.

E ancora il Mandarin Oriental che li utilizza per estrapolare i tannini dal vino, senza dimenticare il Crystal Bridges Museum of American Art, in Arkansas, che a inizio 2020 ha organizzato una retrospettiva sul ruolo culturale dei cristalli. Quarzo, calcite, fluorite, ossidiana nera, crisopale e gli altri: le gemme di oggi – e, molto probabilmente, del futuro – guardano al gusto estetico piuttosto che alla preziosità.

Perché se per indossare una contenuta creazione in diamanti sono necessari migliaia di euro, per averne tra le mani una in cristalli (o simili) ne sono necessari parecchi di meno pur avendo aumentato di molto il loro valore negli ultimi anni (e soprattutto recentemente, vedasi la crisi conseguente l’epidemia).

Senza nulla togliere all’effetto estetico: il colpo d’occhio è assicurato.

cristalli investimento
cristalli investimento (Fonte: pixabay)