tasse sulla casa

“A volte ritornano” – potremmo dire. Stiamo parlando dell’IMU sulla prima casa. Sono bastate alcune indiscrezioni di stampa dei giorni scorsi per far agitare gli animi di milioni di italiani che a partire dal 2014 credevano di non dover più sentir parlare di questa odiosa tassa sulla prima abitazione.
E invece a quanto pare a chiedere la reintroduzione dell’IMU sulla prima casa è proprio la Commissione Ue che starebbe facendo pressing sull’europeista Mario Draghi. Ma la questione parte da lontano dallo scorso mese di ottobre.

Paolo Gentiloni, Commissario europeo per l’economia, in tempi non sospetti, spiegò che un’analisi approfondita del sistema fiscale italiano aveva messo in evidenza alcuni problemi.

Uno di questi è legato all’elevato carico fiscale, che attualmente starebbe gravando sul lavoro. Un altro problema, invece, sarebbe strettamente legato all’evasione fiscale. Da questa analisi sarebbe emerso che, nel caso in cui fosse abolita l’esenzione Imu sulla prima casa, si sarebbe potuto abbassare la tassazione sul lavoro. Questo avrebbe generato delle ripercussioni positive sulla crescita economica.

Quindi secondo l’UE con la reintroduzione dell’IMU sulla prima casa gli italiani avrebbero sì un ulteriore tassa da pagare, ma allo stesso tempo si ritroverebbero con più soldi in busta paga perché la tassazione sul lavoro sarebbe inferiore. Nella parte di relazione dedicata all’Italia per l’anno 2020 inoltre viene consigliato anche di aumentare il gettito delle imposte patrimoniali correnti visto che dal 2014 c’è stato un netto calo delle entrate del Fisco. Tradotto, da quando è stata eliminata l’IMU sulle prime case.

Insomma, dall’Europa il consiglio è arrivato forte e chiaro: per rimpolpare le casse dello Stato duramente colpite dall’emergenza covid e far rialzare l’economia, sarebbe opportuno ritassare le prime case.

Stando alle analisi dell’Agenzia delle Entrate la tassa riguarderebbe ben 39 milioni di italiani. Basti pensare che da nord a sud del Belpaese risultano di proprietà 57 milioni di immobili di cui il 60% sono rappresentati da prime case. Per prima casa si intende l’immobile nel quale il contribuente dimora abitualmente e risiede anagraficamente insieme alla sua famiglia.

dichiarazione imu
dichiarazione imu fonte: weplaza

IMU sulla prima casa, cosa farà Draghi?

Siamo ovviamente nel campo delle ipotesi e al momento nessun IMU sulla prima casa è stata reintrodotta. Mario Draghi ha sicuramente recepito le raccomandazioni dell’Unione Europea e ne terrà certamente conto nella nuova riforma fiscale.

Ma non è detto, che l’Imu sulla prima casa torni. Anzi secondo diversi esperti, le possibilità sono remote. Il governo, alla luce anche del periodo di crisi che sta colpendo il paese, sembrerebbe non avere alcuna intenzione di aumentare ulteriormente il peso fiscale su milioni di cittadini. Per abbassare il costo del lavoro sarebbe doveroso studiare altre soluzioni anziché rimettere l’IMU sulla prima casa.