Mark Zuckerberg

Entro pochi giorni Facebook potrebbe cambiare nome: è quanto scritto da The Verge, sostenendo che il CEO, Mark Zuckerberg, ne darà l’annuncio ufficiale alla conferenza annuale Connect della società entro il prossimo 28 ottobre.

Il rebranding rappresenterebbe una mossa strategica per contrastare il calo di fiducia degli utenti e le critiche per le fake news che spesso circolano sul popolare Social.

Secondo diverse voci non ufficiali il marchio originale di Facebook sarà lasciato inalterato per l’app, che sarà posizionata sotto una società madre insieme ad Instagram e a WhatsApp.

Il nome di Facebook non sarebbe più un biglietto da visita che equivale a innovazione e progresso, ma potrebbe avere un impatto negativo sui partner e sugli investitori.

Facebook cambia nome: in arrivo il rebrand del Social

Circolano voci in merito al fatto che il fondatore e l’amministratore delegato Mark Zuckerberg si stia preparando ad annunciare il cambio di nome in una conferenza aziendale il 28 ottobre.

Secondo i piani aziendali, Facebook cambierebbe il nome della sua holding ma non della piattaforma di social media stessa. L’azienda possiede anche Instagram, WhatsApp e il brand Oculus.

Rebrand Facebook: come si chiamerà?

Possibili nuovi nomi per l’azienda potrebbero essere Horizon e Meta, ha riferito The Verge.

La mossa fa parte dei piani per concentrare gli sforzi dell’azienda sul metaverso: un mondo digitale in cui le persone possono spostarsi tra diversi dispositivi e comunicare in un ambiente virtuale.

Il mese scorso Facebook ha nominato Andrew Bosworth in qualità di Oculus Quest VR e come chief technology officer.

James Cordwell, analista di Internet presso Atlantic Equities, ha dichiarato a Reuters:

Riflette l’ampliamento del business di Facebook.

E poi, in secondo luogo, penso che il brand di Facebook non sia probabilmente il più grande dati tutti gli eventi degli ultimi tre anni“.

Segue una mossa simile da parte di Google che ha adottato la stessa struttura quando si è riorganizzata in una holding chiamata Alphabet nel 2015.

La notizia del cambio nome giunge due settimane dopo che l’ex dipendente di Facebook Frances Haugen ha rivelato che la società mette i suoi benefici prima della sicurezza degli utenti, nasconde che le sue piattaforme sono dannose per i minori, promuove la divisione sociale e indebolisce la democrazia.

Facebook non è la prima azienda tecnologica a cambiare nome man mano che si espande e cresce.

Anche Snapchat ha cambiato il suo nome in Snap Inc. nel 2016, lo stesso anno in cui ha iniziato a definirsi una “società di fotocamere” e ha debuttato il suo primo paio di occhiali da fotocamera, gli Spectacles.

Stiamo a vedere cosa succederà e quali saranno le decisioni di Zuckerberg circa il futuro del suo pupillo virtuale.