bonus-tv-senza-isee

È in arrivo il Decreto di Ministero dello Sviluppo Economico e Ministero di Economia e Finanze, che prevede il Bonus TV fino a 100 euro per rottamare il vecchio apparecchio televisivo.

Si tratta di un vero e proprio incentivo per la rottamazione dei televisori di importo pari a 100 euro a famiglia senza alcun limite ISEE.

Bonus TV 100 euro: è ufficiale?

Non c’è ancora nulla di ufficiale ma presto dovrebbe arrivare l’ufficializzazione visto che il Decreto del Ministero dello Sviluppo Economico è sui tavoli del Ministero dell’Economia.

Sono stati stanziati 100 milioni di euro che consentiranno di supportare economicamente le famiglie che vorranno sostituire e acquistare un nuovo apparecchio televisivo.

In Italia dalla fine di giugno 2022 sarà necessario adeguarsi al nuovo standard della tv digitale terrestre (Dvb-T 2 con codifica Hevc main 10).

Bonus TV 2021: quanto vale?

Fino ad esaurimento risorse il nuovo Bonus TV dovrebbe avere un valore di 100 euro, senza limite di ISEE.

Il bonus TV 100 euro viene erogato sotto forma di sconto praticato dal venditore sul prezzo del prodotto acquistato.

Per ottenere lo sconto, è necessario presentare al venditore una richiesta per acquistare un apparecchio televisivo o un decoder beneficiando dell’agevolazione.

Bonus TV 100 euro: quali sono i requisiti necessari?

Per accedere al Bonus TV 100 euro gli attuali requisiti necessari sono i seguenti:

  • essere residenti in Italia,
  • appartenere ad un nucleo familiare di fascia ISEE che non superi i 20.000 euro,
  • non aver già fruito del bonus.

Per richiedere il Bonus TV 100 euro senza ISEE è necessario un’autocertificazione. La richiesta va fatta compilando un modulo scaricabile dal sito del Ministero nel quale si dichiara di rientrare nella fascia di reddito prevista per accedere all’agevolazione.

Bonus TV 100 euro: quando avverrà il passaggio?

Il Bonus TV 100 euro consente di sostituire il “vecchio” apparecchio televisivo: dal mese di giugno 2022 si passerà definitivamente dallo standard di trasmissione televisivo DVB (digital video broadcasting) T1 al DVB T2.

Con il nuovo standard gli apparecchi televisivi non adeguati saranno incapaci di trasmettere i segnali, per questo è necessario adeguare in tempo la propria televisione (acquistando un decoder) o sostituire l’apparecchio televisivo.

Chi ha acquistato la televisione negli anni 2018 o nel 2017 ha già un modello predefinito sul sistema di nuova generazione.

Chi ha acquistato l’apparecchio televisivo prima dell’estate 2016 quasi sicuramente dovrà cambiare televisione o decoder entro il 2022.