Bonus cashback

Altro che Bonus Cashback del 10% sulle spese effettuate con la carta di credito, adesso c’è il rischio di rimanere delusi e di rimanere a mani vuote.

Dall’8 dicembre è stato attivato il programma Cashback di Natale, che consente il rimborso del 10% (fino a 150 euro) per gli acquisti attraverso carte di credito e bancomat.

Con l’annuncio di questo programma gli italiani hanno accolto con grande favore la nuova misura introdotta dal Governo, ma adesso i tantissimi utenti che hanno aderito alla nuova iniziativa potrebbero non vedersi rimborsare i 150 euro del bonus cashback.

Bonus Cashback: ecco perché si rischia di rimanere delusi

Il Bonus Cashback aveva mostrato i suoi segni di debolezza fin dalle prime fasi di avvio della misura.

Inizialmente, quando gli italiani hanno preso d’assalto la app attraverso cui caricare le spese, il sistema era andato in tilt.

Milioni di italiani, che si sono iscritti al programma Bonus Cashback, grazie allo Spid o alla carta di identità elettronica, hanno aderito al programma e adesso attendono il rimborso.

Attualmente, si contano più di 5 milioni di utenti attivi, un numero che è sicuramente destinato ad aumentare.

Molti degli utenti, che hanno già scaricato l’app, non si sono dotati dello SPID o della carta d’Identità elettronica.

Il problema non è prettamente di natura tecnologica, ma soprattutto di natura economica: per il Bonus Cashback il Governo ha stanziato 228 milioni di euro, ma se si considera i fondi stanziati ed il numero di utenti iscritti, ben si comprende che molti italiani rimarrà a mani vuote.

Bonus Cashback: c’è ancora tempo?

Dal 1° gennaio 2021 è partito il bonus cashback vero e proprio, che restituirà il 10% sull’importo degli acquisti che ogni consumatore effettuerà all’interno dei negozi fisici, con una carta di credito o con un’applicazione di pagamento.

Il rimborso sarà nella misura di 150 euro massimi a semestre e dovranno essere effettuati almeno 50 pagamenti in presenza.

Il super cashback, che assegna 1.500 euro aggiuntivi ogni semestre, sarà assegnato ai primi 100.000 cittadini che effettueranno il maggior numero di transazioni.

Bonus Cashback: quali sono le mosse per attivarlo?

È necessario munirsi di Spid, l’identità digitale per accedere ai servizi della Pubblica Amministrazione, o carta d’identità elettronica.

Poi si deve scaricare sullo smartphone l’App iO e procedere alla registrazione delle carte o degli altri metodi di pagamento con cui si intende partecipare al programma, oltre ad indicare il codice IBAN su cui si vuole ricevere il rimborso.