mega guida bonus 2020

Quello dei bonus è diventato ormai un vero e proprio labirinto, con lo Stato che propone varie agevolazioni volte ad aumentare gli acquisti e quindi dare un nuovo impulso all’economia. A partire dal bonus bici, passando per il bonus smart TV, fino ad arrivare a quello per le vacanze, d’altronde, sono varie le forme di sostegno offerte dal governo per aiutare i cittadini a compiere azioni della vita quotidiana. Allo stesso tempo spesso si rischia di non conoscere tutte le agevolazioni previste, finendo per perdere delle interessanti opportunità di risparmio.

In seguito all’emergenza coronavirus, inoltre, il Governo ha deciso di introdurre nuovi bonus volti ad offrire un’ulteriore forma di sostegno alle famiglie che ne hanno bisogno. Ecco quindi di seguito una mega guida con i vari bonus disponibili nel 2020, chi ne ha diritto e i vari requisiti richiesti. Come potrete notare vi sono davvero molti bonus! Non vi resta che proseguire nella lettura e scoprire le agevolazioni più adatte alle vostre esigenze.

Bonus bici e monopattini

Partiamo dall’ormai famoso bonus bicicletta e monopattini. Si tratta in pratica dell’erogazione di un bonus sulla spesa sostenuta per l’acquisto di biciclette, bici elettrice e monopattini. La sua erogazione è prevista fino alla fine del 2020 ed è rivolta a tutti i cittadini maggiorenni residenti in città con più di 50 mila abitanti.

Come evidenziato dal ministero dell’Ambiente, il bonus prevede 2 fasi:

  • Fase 1: il soggetto interessato paga il prezzo intero e poi riceve il rimborso pari al 60% della spesa sostenuta, fino ad un massimo di 500 euro.
  • Fase 2: il cittadino paga al venditore il 40%, mentre quest’ultimo riceverà il rimborso del 60%. Questa fase sarebbe dovuta iniziare con il rilascio di un’applicazione web. In base alle ultime indiscrezioni, invece, per ottenere il bonus basterà collegarsi al sito del ministero dell’Ambiente e compilare un form dove verrà richiesta la fattura o lo scontrino parlante, oltre al codice Iban.
bonus bici (Fonte: pixabay)
bonus bici

Bonus studenti 2020

Meglio conosciuto con il nome di bonus cultura, si tratta di una somma di 300 euro destinata agli studenti che compiono 18 anni durante il 2020. Utilizzabile tramite la piattaforma 18app può essere utilizzato per l’acquisto di libri, cinema, concerti, teatro, dischi musicali, corsi e altre attività di promozione culturale.

Così come gli studenti, anche i docenti hanno diritto ad un bonus. Si tratta in pratica di un voucher dal valore di 500 euro che ogni anno viene accreditato agli insegnanti nella carta del docente. Quest’ultimo è uno strumento elettronico introdotto con la legge sulla Buona Scuola del 2016. L’importo è spendibile in attività propedeutiche alla formazione e all’aggiornamento professionale.

bonus studenti
bonus studenti (Fonte: pixabay)

Ecobonus casa 2020

Tale bonus consiste in una detrazione su due aliquote, 65 e 50%, applicabile su una serie di lavori realizzati in un’abitazione.

Il requisito è che si tratti di interventi volti a migliorare l’efficienza energetica. In tale ambito parliamo del bonus caldaie e bonus condizionatori 2020. Il primo è un incentivo inerente le caldaie a condensazione, con una detrazione fiscale del 65% o del 50%, a favore di chi decide di sostituire una vecchia caldaia, per installare una di questo tipo di classe A. Per quanto riguarda i condizionatori, invece, si presenta come uno sconto immediato per l’acquisto di un nuovo condizionatore pari al 65% o 50%.

bonus condizionatori
bonus condizionatori (Fonte: pixabay)

Ecobonus 110% e bonus ristrutturazione

Grazie al decreto Rilancio è stata incrementata al 110% l’aliquota di detrazione delle spese sostenute dal 1° luglio 2020 al 31 dicembre 2021, a fronte di specifici interventi in ambito di efficienza energetica, di interventi di installazione di impianti fotovoltaici, di riduzione del rischio sismico. Tali disposizioni, emanate in piena emergenza coronavirus, offrono la possibilità di fruire di una detrazione del 110% delle spese.

A proposito di casa, inoltre, si annovera il bonus ristrutturazione 2020.

Come facilmente intuibile dal nome si tratta di un bonus che riguarda i lavori di ristrutturazione della propria abitazione. Attraverso una detrazione del 50%, fino ad una spesa massima di 96.000 euro. Può essere applicato per lavori svolti sia in abitazioni private che condomini.
Sempre in collegamento al bonus ristrutturazione, ricordiamo il bonus facciate 2020. Quest’ultimo concerne solamente la parte esterna e offe la possibilità di ottenere un rimborso del 90% al fine di migliorare l’aspetto estetico dell’edificio.

pannelli solari
pannelli solari (Fonte: pixabay)

Bonus mobili 2020

Nel caso in cui abbiate intenzione di acquistare elettrodomestici o nuovi mobili, fino ad un massimo di 10 mila euro, allora potete usufruire del bonus mobili. Si tratta di una detrazione Irpef del 50% che spetta a coloro che effettuano gli acquisti indicati. Non riguarda tutti i mobili, bensì una lista dettagliata. Entrando nei dettagli, la detrazione spetta per l’acquisto di:

  • Mobili nuovi, come ad esempio: letti, armadi, cassettiere, librerie, scrivanie, tavoli, sedie, comodini, divani, poltrone, credenze, materassi, apparecchi di illuminazione. È escluso, invece, l’acquisto di porte, pavimentazioni (per esempio, il parquet), tende e tendaggi, altri complementi di arredo.
  • Elettrodomestici nuovi di classe energetica non inferiore alla A+ (A o superiore per i forni e lavasciuga), come rilevabile dall’etichetta energetica. L’acquisto è comunque agevolato per gli elettrodomestici privi di etichetta, a condizione che per essi non ne sia stato ancora previsto l’obbligo. Rientrano nei grandi elettrodomestici, per esempio: frigoriferi, congelatori, lavatrici, lavasciuga e asciugatrici, lavastoviglie, apparecchi per la cottura, stufe elettriche, forni a microonde, piastre riscaldanti elettriche, apparecchi elettrici di riscaldamento, radiatori elettrici, ventilatori elettrici, apparecchi per il condizionamento.
  • Tra le spese da portare in detrazione si possono includere anche quelle di trasporto e di montaggio dei beni acquistati.
bonus mobili (Fonte: pixabay)
bonus mobili

Bonus TV Smart

A partire dal 18 dicembre 2019 fino al 31 dicembre 2022, inoltre, è possibile usufruire del bonus TV Smart, al fine di agevolare lo switch verso nuove modalità di trasmissione del segnale digitale terrestre che a partire dal mese di luglio 2022 sarà il DVB T2. L’importo del bonus è pari a massimo 50 euro per ogni nucleo famigliare, in relazione alle fasce di reddito ISEE che non deve essere superiore a 20 mila euro.

bonus TV Smart
bonus TV Smart (Fonte: pixabay)

Bonus gas, acqua ed energia elettrica

Tra i bonus maggiormente richiesti si annovera quello per gas e acqua. Si tratta di un’agevolazione rivolta alle famiglie con Isee inferiore a 8.265 euro, che possono così ottenere uno sconto sulle bollette di acqua e gas. Allo stesso tempo le famiglie con Isee inferiore a 8.265 euro hanno diritto ad un’agevolazione per ridurre le spese per il pagamento della tassa rifiuti. Si tratta in questo caso del cosiddetto bonus Tari.

Proprio come per acqua e gas, è possibile beneficiare di uno sconto anche sul pagamento della bollette della luce. Anche in questo caso la misura è rivolta alle famiglie con basso reddito o numerose. Il suo ammontare va da 71 a 153 euro, in base al numero di componenti del un nucleo familiare.

bonus acqua
bonus acqua (Fonte: pixabay)

Sisma bonus 2020, bonus verde e bonus affitto

Si tratta di un bonus grazie al quale è possibile ottenere delle detrazioni fiscali a sostegno delle spese volte all’adeguamento sismico di un edificio.

L’importo può essere del 50 o l’80% delle spese sostenute, in base al tipo di intervento svolto. Tra le altre agevolazioni per la casa, si annovera anche il bonus verde e giardini 2020. Quest’ultimo prevede uno sconto del 36%, fino a 5.000 euro, per i costi sostenuti per sistemare il verde presente nelle aree scoperte di ogni unità abitativa, ovvero balconi, terrazze e giardini.

Se invece vivete in affitto, allora vi potrà interessare il bonus affitto 2020. Si tratta di una forma di sussidio che lo Stato riconosce, attraverso i comuni, alle famiglie in difficoltà nel pagare l’affitto di casa. Per ottenerlo bisogna essere in possesso di determinati requisiti, tra cui non superare un certo valore ISEE, così come stabilito dal bando del comune di riferimento.

bonus verde
giardino (Fonte: pixabay)

Bonus 100 euro in busta paga

Dal mese di luglio 2020 i lavoratori dipendenti hanno diritto a 100 euro in più in busta paga, andando a sostituire il bonus Renzi da 80 euro per chi lo percepiva. La somma viene erogata solo entro certi limiti di reddito in busta paga, mentre in altri casi sotto forma di detrazione fiscale decrescente.


In particolare, i lavoratori dipendenti con reddito tra gli 8.174 euro fino a 28.000 euro percepiscono 100 euro in più al mese. I lavoratori dipendenti che si trovano nella fascia di reddito tra i 28.001 e i 40.000, invece, si vedono applicare una detrazione, che diminuisce all’aumentare del reddito.

bonus 100 euro in busta paga
bonus 100 euro in busta paga (Fonte: pixabay)

Bonus trasporti pubblici 2020

Sempre nel 2020 è possibile ottenere una detrazione del 19%, su una spesa pari a 250 euro, per l’acquisto di abbonamenti per treni, metro e bus. In tal senso ricordiamo che è possibile godere di tale beneficio soltanto effettuando pagamenti con modalità tracciabili e aggiungendo la spesa dell’abbonamento alla dichiarazione dei redditi. L’anno seguente alla sottoscrizione di un abbonamento dal costo di 250 euro, quindi, il contribuente si vedrà restituire la somma di 47,50 euro. Una famiglia che acquista più abbonamenti può fruire del bonus trasporti per ogni singolo abbonamento. Ovviamente è necessario conservare e presentare le ricevute fiscali del pagamento, per poi inserirle nella dichiarazione dei redditi del 2021.

bonus trasporti
bonus trasporti (Fonte: pixabay)

Bonus matrimonio 2020

Consiste in una somma riconosciuta per il periodo di congedo straordinario dovuto al matrimonio. Generalmente la sua durata è di 7-8 giorni lavorativi, tuttavia può risultare differente in base al tipo di attività svolta. L’assegno per congedo matrimoniale spetta agli operai, agli apprendisti, ai lavoratori a domicilio, ai marittimi di bassa forza dipendenti da aziende industriali, artigiane, cooperative, che:

  • contraggono matrimonio civile o concordatario;
  • possono dimostrare di avere un rapporto di lavoro da almeno una settimana o fruiscono effettivamente del congedo entro 30 giorni dalla celebrazione del matrimonio;
  • ne hanno diritto anche i lavoratori disoccupati che siano in grado di dimostrare che nei 90 giorni precedenti il matrimonio hanno prestato, per almeno 15 giorni, la propria opera alle dipendenze delle aziende precedentemente indicate;
  • ai lavoratori, che ferma restando l’esistenza del rapporto di lavoro, per un qualunque giustificato motivo non siano comunque in servizio, come ad esempio per malattia o sospensione dal lavoro.
bonus matrimonio
bonus matrimonio (Fonte: pixabay)

Bonus vacanze 2020

Per finire vi ricordiamo il bonus vacanze, volto a rilanciare il turismo in Italia.

Tutti i cittadini che desiderano trascorrere le proprie vacanze nel Bel Paese, infatti, possono ricevere tale bonus, fino ad un massimo di 500 euro. L’importo varia in base al numero dei componenti del nucleo famigliare. In particolare è pari a 150 euro per una persona sola, 300 euro per due, 500 euro per 3 o più persone, tutte appartenenti allo stesso nucleo famigliare. La richiesta può essere effettuata tramite app IO dal primo luglio 2020 fino al 31 dicembre del 2020. Tale agevolazione, ricordiamo, spetta ai contribuenti con un reddito familiare Isee che non sia superiore ai 40.000 euro. La richiesta può essere fatta da un unico componente di un gruppo familiare, il quale a sua volta può cederlo a un altro familiare. Per calcolare l’ISEE bisogna presentare all’Inps la DSU, Dichiarazione sostitutiva unica, sia tramite i servizi online che attraverso il CAF.

bonus vacanze
bonus vacanze (Fonte: pixabay)