Bitcoin assicurazione

Buone notizie per gli amanti dei Bitcoin: arriva la prima assicurazione per il servizio di custodia di crypto.

Satec Underwriting, società di Cattolica Assicurazioni, ha appena siglato un accordo per la copertura dei rischi di CheckSig.

Praticamente, il mondo BTC si avvicina sempre più a quello dell’oro: anche quest’ultimo non è assicurato ma lo sono i trasporti effettuati da e per il deposito di riserve auree americane di Fort Knox. Chi lo definisce l’oro dell’era digitale ha compreso la natura di Bitcoin.

Il lancio della prima assicurazione per il servizio di custodia delle criptovalute è un grande passo in avanti verso il riconoscimento della valuta digitale in un mondo sempre più tecnologico e propenso a valorizzarla.

Bitcoin: prima assicurazione per la custodia dell’oro digitale

Proprio come l’oro fisico, l’oro dell’era digitale (l’asset in bitcoin) non è di per sé assicurato. La prima polizza dedicata riguarda il servizio di custodia, le operazioni di deposito e ritiro che si verificano online, particolarmente soggette al rischio di furto.

Satec Underwriting stringe un patto di alleanza con CheckSig, startup italiana che fornisce un servizio di custodia Bitcoin. Il servizio è rivolto ad investitori istituzionali (incluse le banche) e clienti facoltosi ed è complesso. Punta a risolvere problemi legati alla sicurezza cibernetica ed alla conformità dei regolamenti per supportare coloro che intendono investire in crypto.

Nel pieno rispetto della privacy dei clienti, il servizio di CheckSig si preannuncia trasparente, basato su una sorta di ‘cassaforte di cristallo‘ per bitcoin. Le criptovalute vengono trattate come fossero lingotti d’oro.

La ‘cassaforte di cristallo’ 

E’ arrivato il momento per il delicato universo delle criptovalute, tuttora tormentato da scandali e frodi, di essere tutelato.

Il Far West pionieristico che tuttora caratterizza l’ecosistema Bitcoin necessita di una maggiore protezione.

La startup italiana CheckSig si prepara a garantire trasparenza.

Mensilmente, la ‘cassaforte di cristallo’ digitale potrà essere aperta soltanto su iniziativa di 5 entità legali esterne, previa autorizzazione della stessa CheckSig.

La startup, dal canto suo, non potrà aprire la cassaforte virtuale in modo autonomo per controllare l’effettivo totale dell’asset depositato.

Bitcoin: polizza contro furto e danni

Il servizio offerto da CheckSig rappresenta una grande tutela per gli utenti.

Ricordiamo che, attualmente, molti exchange (le piattaforme di scambio per crypto) offrono il servizio di custodia a clienti che non possono ‘vedere’ i bitcoin effettivamente esistenti. C’è chi ha approfittato di questa mancanza di visibilità per far sparire bitcoin dai depositi.

Di fronte a certi rischi, interviene l’esperienza e la competenza di Satec Underwriting che, in tandem con Cattre (società di riassicurazione per rischi non tradizionali del Gruppo Cattolica) ha creato la prima polizza per il mercato italiano.

Quali rischi copre? Il furto in fase di prelievo dei BTC custoditi ma anche i danni subiti a seguito di violazioni della sicurezza, associati al ripristino dei dati.

E’ stata appena realizzata una polizza per rischi decisamente nuovi in un settore che ha enormi potenzialità di sviluppo e che vede come protagonista assoluto Bitcoin.